Link building: è importante farla ancora?

Ogni giorno i motori di ricerca scandagliano la rete e determinano il ranking dei vari siti, stabilendo se sono autorevoli o meno. Tra i fattori per stabilire il ranking ci sono il contenuto della pagina e la qualità dei link che puntano a essa.

Il principio è molto semplice: se il tuo sito ottiene un link da parte di qualche altro significa che le risorse e i contenuti che ha al suo interno sono buone, altrimenti non sarebbe stato linkato: è il grande segreto della link building. Vediamone qualcun’altro.

La link building rappresenta ancora una risorsa

Un buon metodo per posizionare meglio il tuo sito sui motori di ricerca è quello di ottenere link autorevoli che traghettano i lettori direttamente verso il tuo portale.
Anche nel 2017 (ormai quasi 2018…) si parla di link building come ottimo modo per promuovere i contenuti e quindi aumentare la notorietà di un sito. Tuttavia le regole del gioco sono un po’ cambiate rispetto agli anni scorsi ed ora i motori di ricerca guardano alla qualità dei link, soprattutto in un mondo web che ogni giorno dà e riceve un numero infinito di input.

Vediamo qualche buon consiglio per fare una buona link building, utile anche per il 2018.

Link building è importante farla ancora

La qualità prima di tutto

Se vuoi aiutare la SEO e il posizionamento del tuo sito su Google, la link building è uno dei modi migliori per farlo. Per prima cosa è importante sottolineare, anche se l’avrai già intuito, che i contenuti che verranno veicolati dovranno essere coinvolgenti per gli utenti che leggono. Anche per questo dovrai puntare al target giusto e sfruttare i canali di distribuzione più corretti, quelli a cui il tuo target si rivolge per cercare notizie.

Quali contenuti produrre?

La seconda cosa molto importante da considerare è la tipologia di contenuti che puoi produrre al fine di renderli interessanti e quindi condivisibili. Fatti sempre la domanda: cosa può coinvolgere il mio utente? Qual è il plus che il mio contenuto può dargli?
Funzionano molto bene, ad esempio, articoli e ricerche su un particolare argomento che lo approfondiscono e lo esplorano, magari integrandoli anche con dati significativi e grafici.
Inoltre, puoi sempre arricchire il tutto con delle infografiche, contenuti video o delle belle immagini a supporto della tua analisi. Come ben saprai la comunicazione visuale nel web è molto importante e stimola non solo l’attenzione, ma anche la condivisione.

L’importanza dei guest post

Finora abbiamo parlato di altri siti che condividono i tuoi contenuti, per veicolarli e renderli più friendly per i motori di ricerca. C’è anche un altro modo per fare link building ed è quello di agire, scrivendo tu stesso un guest post in qualche sito autorevole e interessante per il tuo pubblico. Questo renderà i tuoi contenuti più appetibili perché si inseriranno all’interno di un buon sito, che i tuoi utenti consultano e ti consentirà di approfondire e sviluppare le relazioni con portali e influencer del tuo settore.

Infine, puoi attirare utenti verso il tuo sito facendo delle pubblicità sponsorizzate sui social o su altri portali.

Per concludere, anche se viene considerata poco per via dei problemi di spam che ci sono stati nel passato, la link building è ancora una buona risorsa per spingere il tuo sito in alto nelle ricerche web.
Ricorda inoltre che più utenti arrivano al tuo sito, più puoi aumentare le probabilità delle vendite, consolidare l’awareness del tuo marchio e acquisire importanza nel tuo mercato di riferimento.

Insomma… cosa aspetti ad aprire un blog aziendale? 🙂