Come ottimizzare un sito mobile

Abbiamo già esaminato in diversi articoli l’importanza di avere siti ottimizzati per i dispositivi mobile.
Il traffico web che proviene da mobile è sicuramente aumentato, arrivando a rappresentare più della metà degli accessi al web: in pratica, un consistente 58%.

Ci troviamo nuovamente a parlare delle buone regole per l’ottimizzazione di grafica e contenuti di un sito mobile. Questo ti aiuterà ad intercettare più clienti e posizionarti meglio rispetto ai competitor, creando un sito perfettamente utilizzabile tramite smartphone.

Desktop vs Smartphone: le parole chiave

Se si vuole posizionare un sito in versione mobile la keyword research dovrebbe essere separata: una ricerca per il mobile e una per il desktop. Grazie a pratici tool, come ad esempio SEMrush, c’è proprio questa possibilità: attraverso un’analisi professionale si potrà effettuare una ricerca keyword specifica per mobile. Attraverso questa modalità di ricerca si potranno inoltre conoscere i movimenti dei competitor e controllare le posizioni del dominio su più dispositivi: smartphone, desktop e tablet.

Come deve essere fatta la ricerca e la definizione delle keyword specifiche per mobile? Prima di tutto deve tener conto delle vocal search e della localizzazione. Le ricerche effettuate dal telefono servono spesso per trovare le attività nelle vicinanze, dunque è molto importante che, in un sito mobile friendly, venga ben specificata la località dove vuoi vendere e il bacino di utenza a cui ti vuoi rivolgere. Come si possono effettuare questi miglioramenti? Attraverso una scheda Google MyBusiness impostata correttamente, che dovrà contenere: informazioni precise sulla località di riferimento e recensioni positive in grado di alzare il ranking del tuo sito.

 

I contenuti mobile

A livello di contenuti, affinché il sito funzioni e “giri” bene su mobile, le cose fondamentali da tenere a mente sono:

  • Creare testi che contengano tutte le informazioni che l’utente cerca ma che siano “asciutti”: l’utente mobile ha poco tempo di leggere quindi la struttura dei contenuti deve essere scorrevole, magari con punti elenco, paragrafi, h1 e h2 brevi e testi spezzati, in modo da agevolarne la lettura.
  • Distribuire bene i contenuti, con quelli importanti immediatamente visibili: bisognerà fare in modo che vengano caricati per primi e più velocemente.
  • Inserire immagini e video non troppo grandi né troppo pesanti. Pensare ad una grafica dimensionata per gli smartphone: no ai banner troppo grandi in testata che sacrificano il resto del testo, no agli elementi troppo piccoli, come ad esempio le infografiche, che non si leggerebbero in uno schermo ridotto.
  • Pensare bene alla tipologia e al modo in cui si inseriscono le call to action. L’utente mobile quando arriverà nel sito sarà più propenso a cliccare un pulsante che magari fa partire una telefonata, mentre l’utente desktop si potrà prendere il tempo di compilare, ad esempio, un form.