L’utilità dell’e-mail marketing per il tuo e-commerce

Fare e-mail marketing è ancora importante. Anche nell’era dei contenuti sempre più brevi e dei social media imperanti, le care vecchie e-mail sono il miglior modo per raggiungere chiunque, in ogni momento.

Pensi che inviare newsletter sia obsoleto?
Ti sbagli. L’e-mail rappresenta il mezzo più diretto e più semplice, annulla quasi il digital divide rispetto ai social, e continua ad adattarsi all’interno di un mondo, come quello del web, in continua evoluzione.

Se hai un’azienda conoscerai bene l’importanza di inviare e-mail in modo automatico: è indispensabile saper programmare e spedire le tue newsletter in modo da essere costante ma non annoiare o infastidire, altrimenti il rischio “sposta in posta indesiderata” è dietro l’angolo.
Hai un e-commerce? Non importa a che punto dell’acquisto sono i tuoi clienti: potrai fidelizzarli, conquistarli con nuove promozioni, comunicare loro le novità in anticipo e premiarli post acquisto. Oggi le mail automatiche sono sempre più personalizzabili, quindi è indispensabile utilizzarle al meglio.
Ti presentiamo 7 tipologie di e-mail automatiche che possono dare nuova linfa al tuo business e aiutare il tuo e-commerce a spiccare il volo.

I vantaggi dell'e-mail marketing per il tuo e-commerce

 

1. e-mail di conferma iscrizione o di benvenuto

Le persone si aspettano una mail di conferma quando si iscrivono ad un determinato sito, ma soprattutto quando effettuano un acquisto su un e-commerce. Questo tipo di e-mail, se ben sfruttate, sono un’ottima occasione per conquistare gli utenti entrati in contatto con il tuo sito web. È la prima impressione, molto importante per il futuro del tuo rapporto con loro. Ricorda che questo tipo di e-mail dovrà essere soft, non deve “vendere” ma ha la funzione di convincere l’utente che venendo sul tuo sito ha fatto davvero la scelta giusta.

Consigli infallibili:

  • Offri un incentivo, una promozione, uno sconto per farli registrare o far loro seguire il tuo sito. Questo potrà aumentare le conversioni e la probabilità che aprano il resto delle tue e-mail.
  • Assicurati che il tuo provider mandi immediatamente l’e-mail di conferma, proprio quando l’utente ha appena acquistato qualcosa ed è quindi nel pieno del contatto con il tuo brand.
  • Includi una call to action, indirizzando gli utenti verso i tuoi canali social o il tuo blog. In questo modo ti farai conoscere meglio, e questo aumenterà la fiducia da parte degli utenti.
  • Fai attenzione a non inserire parole o keyword che possano contribuire a segnalarti come spam.
2. e-mail di abbandono del carrello

Se hai un e-commerce certamente saprai che gli utenti spesso non terminano l’acquisto, abbandonando carrelli dopo aver selezionato dei prodotti. A volte si tratta semplicemente di una distrazione, a volte di un ripensamento: in ogni caso è utile ricordare all’utente che può in ogni momento cliccare il bottone del checkout e ultimare l’acquisto.

Consigli infallibili:

  • Offri particolari sconti per i prodotti all’interno del messaggio destinato a chi ha abbandonato i carrelli.
  • Utilizza una frase catchy nell’attacco dell’e-mail, che stimoli la curiosità, come ad esempio “hai dimenticato qualcosa?”.
  • Ricorda all’utente che rimangono ancora pochi pezzi di quel determinato prodotto e che potrebbe terminare, se non effettuerà l’acquisto a breve.
3. Follow up post acquisto

Non dimenticarlo mai: il tuo cliente deve sapere che tieni a lui anche se hai già ricevuto il suo pagamento, altrimenti si sentirà sedotto e abbandonato!

Consigli infallibili:

  • Richiedigli un feedback sulla sua esperienza.
  • Proponigli prodotti simili e correlati. Alla fine dell’e-mail dagli dei suggerimenti su cos’altro potrebbe acquistare in futuro: è molto probabile che lo farà.
  • Ringrazialo nuovamente per l’acquisto.
  • Aggiungi consigli e FAQ su come utilizzare quel determinato prodotto.
4. e-mail per “riagganciare” gli utenti

Gran parte delle aziende e-commerce hanno un lungo elenco di utenti inattivi, persone che da molto tempo non acquistano più sul sito, e che non hanno aperto le loro e-mail da molto tempo.
Se si tratta anche del tuo caso, non perdere le speranze. Sono persone che hanno familiarità con il tuo brand, dunque più disposte a ritornare e magari comprare nuovamente.

Consigli infallibili:

  • Inserisci nell’oggetto un’ offerta che non si può rifiutare, per dirla in stile “Il Padrino”, e utilizza un tono confidenziale nel corpo della mail (il “ci sei mancato” è un classico che non passa mai di moda!).
  • Invia offerte dedicate e personalizzate in base allo storico degli acquisti fatti: questo potrà portare risultati migliori.
5. Offerte e promozioni

Certamente anche le offerte funzionano ma devono essere impostate nel modo giusto e personalizzate il più possibile. Oggi si può grazie ai tool che offrono i siti per la creazione e l’invio di newsletter. Anche offrire sconti è un sistema efficace, ma sarà necessario segmentare i tuoi utenti in base ai loro acquisti, creando delle sottoliste.
A loro potrai inoltre offrire altri prodotti che “completano” il loro acquisto, senza esagerare: ad un cliente che ha comprato 20€ di prodotti non potrai certamente offrire un set da 500€ di accessori complementari.

6. Contenuti relativi ai tuoi prodotti

Un’altra idea per fare del buon e-mail marketing è quella di inviare newsletter che presentano agli utenti idee su come utilizzare al meglio i prodotti che hanno acquistato sul tuo e-commerce.
Best practices, ricette, indicazioni su lavori fai da te, storia e novità relative al prodotto: tutti questi elementi possono stimolare la curiosità e l’affetto degli utenti nei confronti della tua azienda.

Consigli infallibili:

  • Invia e-mail che informano gli utenti su caratteristiche e modalità d’uso “insolite” di quel prodotto: magari non ci avevano pensato!
7. Importanti update e informazioni

Diciamolo: il principale motivo per cui un utente si iscrive alla newsletter di un e-commerce è quello di ricevere informazioni su sconti, promozioni e update su prodotti e catalogo.
Anche in questo caso, comunque, è fondamentale non esagerare e inviare le giuste informazioni targetizzate in base alla storia degli utenti e dei loro acquisti.

Consigli infallibili:

  • Utilizza frasi che catturino l’attenzione già nell’oggetto della mail, come ad esempio “nuova collezione” o “promozione solo per pochi giorni” ecc.
  • Inserisci una call to action ben visibile nel corpo della mail (“scopri di più” o “acquista ora”).

Le mail automatiche possono togliere un enorme peso al tuo lavoro, lo scopo è che vengano inviate in modo estremamente personalizzato e nel miglior momento possibile.
La conquista (o riconquista) dei tuoi utenti inizia adesso!